Cuba tra Francesco e Obama

Cuba è stato un paradosso – vissuto nel modo umanamente possibile – di coesistenza tra povertà dignitosa e libertà di scegliere. Si è cercato senza tregua di piegare il suo modello sociale, isolandolo dai benefici del progresso. Cuba ha pagato un prezzo economico gravoso, ma ha preservato la sua libertà di decidere il proprio destino. Oggi ci si può domandare se l’esperienza sociale realizzata a Cuba possa rappresentare un lievito per umanizzare le società evolute e lo sviluppo sostenibile, o sia un’esperienza che verrà riassorbita dalle esigenze del mercato e della finanza mondiale.

Store Formato Prezzo
Kindle 2,99€ Compra ora
Categoria:

Dettagli del libro

Anno

Autore

Editore

Edizione

Formato

Lingua

Pagine

Rilegatura

L'Autore

Carlo Di Cicco

Carlo Di Cicco

Carlo Di Cicco, vice direttore emerito de L’Osservatore Romano, è giornalista professionista dal 1977. Ha collaborato a lungo con molte testate di quotidiani (Il Mattino, Il Giorno) e periodici (Jesus, Vita Pastorale, Nigrizia, Critica Sociologica), con la Rai (GR1) occupandosi specialmente di informazione religiosa, vaticana e sociale. Per 10 anni ha diretto il Bollettino Nazionale di Pax Christi, impegnato a informare sui temi della giustizia e della pace nel mondo. Parte importante della sua attività giornalistica si è svolta con l’Agenzia di Stampa Nazionale Asca, dove ha introdotto per la prima volta in Italia la figura del redattore sociale.